Il cibo scandinavo in inverno

Nei paesi scandinavi in inverno fa freddo. Molto freddo. Non c’è da stupirsi quindi del fatto che la dieta scandinava nelle gelide serate invernali sia molto differente dalla nostra. Stufati, zuppe, pesce, e le varie verdure locali sono ciò che troverete sulle tavole nei freddi e bui inverni della zona.

Gli stufati possono essere di svariati tipi: una prelibatezza finlandese è lo stufato di renna, mentre in Norvegia è particolarmente apprezzato lo stufato di montone. In Svezia lo stufato più diffuso è sicuramente lo stufato di pancetta. Per quanto riguarda l’accompagnamento dello stufato troviamo veramente di tutto: dai fagioli (specialmente i fagioli marroni del posto), ai funghi, alle più classiche patate.

Per quanto riguarda le zuppe ce ne sono per tutti i gusti: zuppe al salmone (soprattutto in Svezia), zuppe di vitello, zuppe di montone (principalmente in Norvegia), e zuppe al bacon (anche questa in Svezia). Oltre alla carne non mancano svariate verdure di accompagnamento, tra cui le più diffuse sono sicuramente le patate, i cavoli, e le cipolle. Anche i funghi sono spesso presenti nelle varie zuppe.

Il pesce è una delle prelibatezze della zona, specialmente quello affumicato. Esempi di ricette col pesce sono l’insalata di sgombro affumicato, il salmone in tutte le salse (filetto di salmone, hamburger di salmone, salmone con uova), il merluzzo con rafano e il branzino con barbabietola e sottaceti.

Piatti di accompagnamento con verdure tipici della zona sono l’insalata di cetrioli e l’insalata di barbabietole e patate. Le patate in generale sono usate in tantissime ricette tipiche della tradizione scandinava, e sono usate per accompagnare ogni piatto: al forno, in purè, o più semplicemente come aggiunta alle varie zuppe o stufati.

Condividi: