I Kanelbullar tipici svedesi

Il kanelbulle (parola che significa rotolo di canella) è un dolce tipico svedese, tipicamente consumato come colazione o durante la pausa caffè (la fika). È piuttosto semplice da preparare ed è molto gustoso, ed è per questo che si è diffuso così tanto in Svezia.

L’impasto di un kanelbulle è preparato con latte, burro, zucchero, cardamomo, e lievito. La quantità di burro nell’impasto determinerà la croccantezza del dolce: maggiori quantità di burro renderanno l’impasto più morbido. Il ripieno nella ricetta classica è fatto con zucchero, cannella, e mandorle, ma come per tutte le ricette che esistono da così tanto tempo, possiamo trovare ripieni di ogni tipo nei kanelbullar, come la vaniglia o la glassa di burro.

Per preparare l’impasto è sufficiente riscaldare il latte in una pentola, aggiungere mescolare il burro, lo zucchero, e il cardamomo, e infine aggiungere il lievito e lasciar riposare per 10 minuti. Passati i 10 minuti tutto ciò che resta da fare è aggiungere gradualmente la farina e lasciar solidificare il tutto.

I kanelbullar sono così speciali per gli svedesi che hanno una intera giornata a loro dedicata: il 4 di ottobre. Sono diffusissimi ed è praticamente impossibile non trovarne, visto che sono in ogni bar e ristorante. La prima vera diffusione del kanelbulle risale agli anni 20 del 1900, ed è diventata la pasta più comune dopo la 2° guerra mondiale.

La presenza del cardamomo è ciò che rende i rotoli di cannella svedesi diversi da quelli prodotti nel resto del mondo (ad esempio i rotoli sono molto diffusi anche in America). Il cardamomo è una spezia piuttosto forte ampiamente usata in Svezia, il paese che consuma più cardamomo al mondo.

Condividi: